banner logo
banner logo
 > Progetti in corso

 

Emilia-Romagna: PROGETTI RICERCA (triennio 2014-2017)


Progetti finanziati dalla Regione Emilia Romagna, secondo il Regolamento CE 1234/2007, relativo alle azioni dirette al miglioramento della produzione e commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura in ambito regionale. In questo contesto il CRA-API sta conducendo due linee di ricerca:

1) Valutazione genetica delle api regine al fine della selezione delle caratteristiche di tolleranza delle api verso le patologie

2) Applicazione di metodi innovativi per la tracciabilità e la valorizzazione del miele 

 

BeeNet: nei campi una rete di alveari-sentinelle

BeeNet - apicoltura e ambiente in rete è un progetto nato per monitorare la salute delle api in Italia direttamente sul campo e per far fronte alle emergenze delle morie delle colonie, episodi che hanno caratterizzato drammaticamente gli anni scorsi. Il progetto è finanziato grazie ad una convenzione tra CRA e Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, e sta creando una rete di monitoraggio nazionale estesa e capillare che metta in connessione quasi 4mila alveari su tutto il territorio italiano per valutare lo stato di salute delle api e, tramite un sistema informatico di rilevazione, renderanno efficace la diffusione e l'elaborazione dei dati.

Sulla Rete Rurale/SOS API sono elencati i bollettini BeeNet e si può attivare SPIA, la Squadra di Pronto intervento apistico.

 

:: Vai su SOS API

 

PROGETTO VELUTINA

Il progetto VELUTINA è stato finanziato dal Mipaaf per creare un sistema di monitoraggio del calabrone asiatico Vespa velutina in Italia, nemico potenzialmente in grado di annientare importanti quantità di api. Inoltre si occupa di sviluppare un radar in grado di rilevare i nidi dell'insetto esotico, di identificare attrattivi specifici per impedirne la riproduzione e di elaborare modalità di distruzione dei nidi di calabrone in maniera sicura per l'uomo e per l'ambiente. Il progetto è coordinato dal CREA-API e mette in rete numerose associazioni di apicoltori ed enti di ricerca.
:: Per saperne di più

 

 

COLOSS: una rete internazionale per bloccare le perdite degli alveari

COLOSS (acronimo di COlony LOSSes) è un gruppo internazionale di scienziati che coinvolge diversi gruppi europei di ricerca con l’obiettivo di ampliare le collaborazioni già esistenti, dirigendole verso lo  studio dell’allarmante situazione in cui api e apicoltura versano in questi anni

:: vai al sito ufficiale del gruppo




PP-ICON: conservare piante e api
Il progetto PP-ICON (Plant Pollinator Integrated CONservation approach: a demonstrative proposal) riguarda la conservazione di una pianta localmente rara (il dittamo, Dictamnus albus L.) e della comunità dei suoi impollinatori. In particolarequesto progetto ha l'obiettivo di assicurare la persistenza di una popolazione isolata di Dictamnus albus, presente in un'area protetta (Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell'Abbadessa) inclusa nella rete Natura2000, e risanare la comunità dei suoi impollinatori naturali.
Il progetto è finanziato dal programma europeo LIFE+ "Natura e biodiversità", (2007-2013).
>Vai al sito ufficiale del progetto

 

 

APESLOW: salvare l'ape nera dall'estinzione

ApeSlow è un progetto coordinato dal CRA-API che ha come obiettivo l’incremento della popolazione di Apis mellifera siciliana, anche nota come “ape nera” o “ape sicula” - oggi minacciata di estinzione, e la sua reintroduzione in alcuni areali della Sicilia. A tal fine il progetto prevede l’incremento della variabilità genetica tramite la ricerca e l’analisi di potenziali nuove linee e la distribuzione di celle reali di A. m. siciliana agli apicoltori dell’Associazione Allevatori Apis mellifera siciliana, costituitasi a sostegno del progetto. Il progetto ha anche l’obiettivo di individuare areali utili alla costituzione di stazioni di fecondazione protette per l’ape nera, oltre al potenziamento dell’uso delle isole minori come areali di conservazione.

:: Scheda del progetto ApeSlow

 

NOWSILK: far tornare la seta in Europa

Il CRA-API è partner tecnico di Nowsilk, un progetto di ricerca industriale che vuole ricreare una produzione europea della seta (il cui mercato produttivo è attualmente per il 90 per cento in mano alla Cina). Coordinatore del progetto, che durerà dal 2011 al 2013, è Tessitura Pertile. Il CRA-API sarà impegnato nella Produzione di bozzolo italiano con caratteristiche qualitative superioriFornitura di un prodotto adatto alla cardaturaFornitura di un manuale d’allevamento con tecniche rispettose dell’ambiente, per la produzione di materiale biologico.

 

STEP: cosa sta accadendo agli impollinatori?

L'obiettivo generale di STEP (Status and trends of european pollinators) è quello di valutare lo stato attuale e le tendenze in atto delle popolazioni degli insetti impollinatori in Europa, per quantificare l'impatto dei cambiamenti, identificare le strategie e gli strumenti politici di mitigazione.

:: Vai al sito

 

 

 

 

SILKBIOTECH: seta antibatterica per abiti, cosmetici e nuovi dispostivi biomedici


Produrre in maniera efficace un nuovo tipo di seta con proprietà antibatteriche. E' lo scopo di SilkBioTech, un progetto finanziato dalla regione Lombardia, nell'ambito dei "Progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nei settori strategici di Regione Lombardia e del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, decreto n. 7128 del 29 Luglio 2011.

 

 

CSI POLLEN: apicoltori investigatori del territorio

C.S.I. Pollen è una delle task force della rete internazionale di ricercatori COLOSS. Lo scopo del progetto è valutare la biodiversità pollinica a disposizione delle api in Europa: già 15 nazioni europee stanno partecipando grazie al coinvolgimento dei loro apicoltori. In “C.S.I. Pollen” l’apicoltore è protagonista: ogni apicoltore partecipante dovrà raccogliere 20 grammi di polline da 3 alveari, ogni 3 settimane per 9 volte in totale nel 2014. L’apicoltore “detective” dovrà quindi individuare quanti diversi colori sono distinguibili tra le pallottole di polline raccolte e inviare tale risultato utilizzando un semplice modulo online.

Gli apicoltori interessati potranno iscriversi come volontari “Cittadini Scienziati” inviando una e-mail indicando semplicemente nome e cognome.

:: Maggiori informazioni 

:: Il Manuale CSI Pollen

:: CSI Pollen Manual (eng version)

Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino - Alto Adige Estero Friuli - Venezia Giulia Veneto Emilia-Romagna Toscana Liguria Marche Umbria Abruzzo Lazio Campania Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Puglia Puglia Puglia