banner logo
banner logo
 > Analisi di laboratorio

Istruzioni per la preparazione dei campioni da inviare al Laboratorio

Il Laboratorio sottopone a prova esclusivamente prodotti consegnati dai committenti. Il campionamento è escluso dallo scopo dell'accreditamento. Ciascun campione destinato al Laboratorio deve essere identificato in maniera univoca, contrassegnandolo mediante una sigla, un codice o una descrizione.

Al fine di disporre di una quantità di campione congrua rispetto alle determinazioni analitiche richieste e alla eventuale necessità di ripetizione delle prove, si raccomanda di inviare un quantitativo, corrispondente a quello di seguito riportato:

Miele 250 g
Cera* 25 g
Gelatina reale 15 g
Polline 15 g
Api per analisi dei residui di antiparassitari n. 250
Api per analisi palinologiche n.250
Api per analisi parassitologiche n. 50
___________________________________________________________________
* nel caso di cera da estrarre da favo da nido, è necessario disporre di almeno 1/4 dello stesso.

Variazioni rispetto alle quantità indicate sopra vanno preventivamente concordate con il Laboratorio.

I campioni devono essere preparati nelle condizioni più idonee al fine di preservarne l'integrità; di seguito si riportano alcune indicazioni in merito ai casi più frequenti.

Campioni di miele
I campioni di miele vanno confezionati in vasi puliti ed ermeticamente chiusi. Il materiale inoltre deve essere accuratamente imballato. Per l'esecuzione delle analisi microbiologiche e sensoriali del miele è preferibile che vengano forniti al laboratorio campioni appositamente predisposti, distinti rispetto a quelli destinati ad altre prove. Per i campioni da sottoporre ad analisi sensoriale, si sconsiglia l'uso di contenitori in plastica o che abbiano in precedenza contenuto altre sostanze.

Campioni di api e polline da sottoporre ad analisi degli antiparassitari

A seguito dell'accertamento di mortalità, si preleva tempestivamente un campione costituito da almeno 250 api morte (meglio un migliaio, corrispondente a circa 100g), evitando la contaminazione con terriccio o erba. Prima della consegna al laboratorio, le matrici devono essere conservate a basse temperature e al riparo della luce, in modo da evitare processi di decomposizione microbiologica e di degradazione dei principi attivi. L'imballaggio dei campioni, inoltre, deve essere effettuato con materiale permeabile all'aria (per es. cartone o legno) per evitare lo sviluppo di muffe.

Campioni di api da sottoporre ad analisi biometriche

Per il controllo morfometrico della popolazione di un alveare è necessario un campione di una cinquantina di api giovani, quindi prelevate dalla zona centrale del nido. E' preferibile che le api giungano vive al laboratorio, utilizzando contenitori idonei allo scopo, ad esempio le gabbiette per la spedizione delle api regine. Diversamnete i campioni possono essere conservati in alcol etilico.

 

Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino - Alto Adige Estero Friuli - Venezia Giulia Veneto Emilia-Romagna Toscana Liguria Marche Umbria Abruzzo Lazio Campania Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Puglia Puglia Puglia