banner logo
banner logo
 > E' scomparsa Maria Adelaide Vecchi

ma vecchi
La Vecchi era molto più che un direttore per noi. Era come una parente: amava infatti considerarsi “una zia” anche perché eravamo tutti molto più giovani di lei. Da poche unità di personale a fine anni ’70 - la dr.ssa Leporati, il tecnico Mario Ottomanelli e la dr.ssa Sabatini- è riuscita a portare l’organico dell’Istituto Nazionale di Apicoltura a 12 persone strutturate più una mezza dozzina di precari al Giugno del 1992, l’anno del suo pensionamento.

Oltre che professionalmente, la Dede (così amava farsi chiamare da coloro che la conoscevano da più tempo) ha dato molto a tutti noi che abbiamo avuto modo di apprezzarla soprattutto sul piano umano, sempre pronta, com’era, ad incoraggiare e sempre attenta a non giudicare.

Ci piacerebbe che la si ricordasse con le sue stesse parole, scritte al momento del suo pensionamento, una specie di testamento professionale carico di tanta umanità che ciascuno di noi serba vicino, sul posto di lavoro, e che talvolta rilegge in particolari momenti di difficoltà o di sconforto.


Marco Lodesani Direttore incaricato CRA-API

:: LEGGI Il saluto di Maria Adelaide Vecchi

01/07/2014

Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino - Alto Adige Estero Friuli - Venezia Giulia Veneto Emilia-Romagna Toscana Liguria Marche Umbria Abruzzo Lazio Campania Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Puglia Puglia Puglia